top of page

Carlotta de Luca

Née à Como le 24 juillet 1993, elle travaille au sein de Studio Lucev depuis 2023.

Elle est avocate au Barreau de Milan et a expérience en droit pénal et en procédure pénale.

Elle est titulaire d'un doctorat en procédure pénale de l'Université de Milan et, depuis mai 2022, elle est chargée de recherche de type B en procédure pénale au Département des sciences juridiques "Cesare Beccaria" de l'Université de Milan.

Formation 

 

  • Doctorat en procédure pénale (année académique 2021/2022) à l'Université de Milan, avec une thèse intitulée "L'ordine europeo di indagine penale: disciplina normativa e prime esperienze applicative" (tuteur: Prof. Lucio Camaldo).

  • Diplôme en droit (année académique 2016/2017) à l'Université de Milan, avec une thèse en procédure pénale des mineurs intitulé "Gli accertamenti sulla personalità dell'imputato nel procedimento penale minorile", supervisé par le Prof. Lucio Camaldo, note 110/110 cum laude.

 

Publications

  • Estradizione e diritti fondamentali: due recenti pronunce della Cassazione, in Sist. pen., 2023, n. 7/8, p. 155 ss. 

  • Intercettazioni eseguite mediante ordine europeo d’indagine: qualcosa di nuovo sul fronte occidentale?, in Cass. pen., 2023, n. 2, p. 590 ss.

  • Addendum al Secondo rapporto di conformità del GRECO relativo alla valutazione dello stato di attuazione in Italia delle raccomandazioni in materia di prevenzione della corruzione di parlamentari e magistrati, in Proc. pen. giust., 2023, n. 1, p. 13 ss.

  • Ordine europeo d’indagine e opposizione al decreto di riconoscimento: una nuova pronuncia della Cassazione, in Sist. pen., 6 ottobre 2022.

  • Il secondo Protocollo Aggiuntivo alla Convenzione sulla criminalità informatica relativo alla cooperazione rafforzata e alla circolazione di prove elettroniche, in Proc. pen. giust., 2022, n. 3, p. 648 ss.

  • La Corte di giustizia si pronuncia nuovamente sull’ordine europeo di indagine penale: la tutela dei diritti fondamentali prevale sull’efficienza investigativa, in Sist. pen., 9 marzo 2022

  • La prima pronuncia della Corte di giustizia sull’ordine europeo di indagine penale: un approccio formale diretto a favorire l’efficacia della cooperazione giudiziaria, in Cass. pen., 2020, n. 10, p. 3854 ss.

  • Modifiche urgenti in materia di permessi e detenzione domiciliare nei confronti di condannati per delitti di particolare gravità, in Diritto penale e uomo, 2020, n. 5.

  • Le sanzioni applicabili ai minori stranieri non accompagnati nei centri di accoglienza: una recente pronuncia della Corte di Giustizia, in Cass. pen., 2020, n. 5, p. 2094 ss.

  • Il restyling della cooperazione giudiziaria penale: nuovi istituti e vecchi problemi, in Cass. pen., 2019, n. 11, p. 4110 ss.

  • L’impossibilità di detrarre dalla pena da scontare il periodo trascorso in messa alla prova nel caso di imputato minorenne: profili di legittimità costituzionale, in Cass. pen., 2019, n. 5/6, p. 2278 ss.

  • Gli accertamenti sulla personalità dell’autore di reato minorenne e il divieto di perizia psicologica: riflessioni e nuove prospettive, in Cass. pen., 2018, n. 6, p. 2140 ss.

Carlotta de Luca_edited.jpg

carlotta.deluca@studiolucev.com

Lingue: ITA | ENG

  • LinkedIn
bottom of page